IL NUOVO ANNO

Mi mette in difficoltà.

A parte sapere che, per un paio di settimane, avrò documenti maldatati sulla scrivania e pc che suona (fastidioso!) ogni volta che inserisco una scadenza, il nuovo anno mi rende timida.

E’ la stessa sensazione di quando indosso un paio di scarpe per la prima volta: le mie dita, ché se avessero una lunghezza normale calzerei il 37 1/2 anziché il 39, toccano i bordi, misurano i confini, il collo del piede deve adattarsi, o adattare l’allacciatura, cammino più dritta, con maggiore attenzione.

L’anno nuovo, questo sconosciuto…

Ché si ha un bel da dire “tanto non cambia niente”, ma la verità è che lo scorso anno siamo cambiati noi. Piccoli segni, impercettibili agli estranei, gusti che cambiano, abitudini che si rinnovano e modificano, qualche volta si perdono.

E ancora no, no!, niente buoni propositi, perché non credo sia necessario attendere un giorno preciso per mettersi mangiare sano, essere più pazienti, avere cura di sé e degli altri.

E’ un gioco che faccio ogni giorno, talvolta vinco e altre perdo, è essere presenti a se stessi, lamentarsi sì, del resto come gli elettroni tendiamo ad un livello superiore (e per fortuna!, altrimenti ciao molecole), ma con parsimonia. Non essere ombrosi perché non si trova il giubbotto in saldo, ma essere incazzati per chi non trova lavoro. Non lamentarsi dei troppi impegni, rifiutare invece, e senza indugio, tutto quelli che sottraggono tempo ed energie a ciò che davvero ci piace.

Ecco anno nuovo, non mi aspetto niente da te, ma tu non mi mettere alla prova per favore, lasciami vivere, lasciami respirare, lasciami riempire i tuoi giorni di lavoro ma anche di Orsi, di doveri ma anche di Davide, di piscina e di letture per Gaia e serate con lei e Andrea.

Ciao Anno Nuovo. Benvenuto.

Annunci

Informazioni su laTigli

la vita è corta ma è larga
Questa voce è stata pubblicata in con calma, giorni in attesa di giudizio. Contrassegna il permalink.

5 risposte a IL NUOVO ANNO

  1. rosenuovomondo ha detto:

    È esattamente quello che volevo dire col mio post. Hai reso molto bene l’idea

  2. sarapintonello ha detto:

    Io mi sono stufata dei buoni propositi e mi sono stufata di fare bilanci. La dieta la sto facendo da ottobre, il lavoro va…e finché va lasciamolo andare :).
    Per il resto potrei sbrodolare una miriade di cose (anche molto serie) che non vanno e che non hanno speranze di andare…ma a che serve?
    Viviamo giorno per giorno e cerchiamo di andare avanti al meglio 🙂 Poi chissà…i miracoli possono sempre succedere no? 😉

    • tigli&gelsominO ha detto:

      oh yesssss! condivido il tuo ragionamento, e complimenti per la dieta: mettersi a dieta in ottobre, e non cedere a natale, indica una grandissima forza di volontà!, brava! ed è tutta salute!!!!

      • sarapintonello ha detto:

        ceduto no, diciamo che i giorni di festa sono sacri e la dieta non esiste, ma siamo riuscite a limitare i danni 😀
        1/2 kg preso su 10 e 1/2 persi in 3 mesi direi che è un ottimo risultato 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...