GLI STRANI MIRACOLI DI UN SABATO DI MAGGIO

Questa mattina alle 10 mi sono decisa: ho chiamato il falegname.

Tre anni fa ho fatto sostituire tutte le porte in casa, il lavoro lo ha fatto il marito di un’amica, titolare di impresa edile, che in quel momento aveva tempo disponibile.

Poi, vuoi perché l’han chiamato altrove vuoi perché è un incapace, ha lavorato in fretta e furia. In modo aprossimativo. Alla cazzo, per usare un’espressione tecnica.

Nel giro di un mese i profili della porte si sono messi a “ballare”, si sono staccati e hanno rivelato un muro crivellato. Neppure stuccato, con chiodi (non adatti) piantati nei profili e fissati… ai buchi.

Ho atteso un po’, più di un po’, ho atteso il necessario a racimolare i soldi per rifare il lavoro, e oggi ho chiamato un falegname.

Alle 12 Luca, il signore in questione, si è presentato a casa mia  dove ha guardato, valutato e decretato: serve un muratore, ne conosci? No. Ti do il numero di Marco, quello che lavora con me.

Alle 12 ho chiamato Marco. Alle 15,30 verrà a vedere.

Quando mai vi sono arrivati a casa 2 artigiani in un giorno, con tre ore scarso di preavviso????

Annunci

Informazioni su laTigli

la vita è corta ma è larga
Questa voce è stata pubblicata in allegria, giorni sì. Contrassegna il permalink.

5 risposte a GLI STRANI MIRACOLI DI UN SABATO DI MAGGIO

  1. agrimonia71 ha detto:

    c’è crisi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...